Nella crisi Ucraina anche la Corte europea dei diritti dell’Uomo interviene, imponendo alla Russia di astenersi dal compiere atti che possano violare i diritti umani

Strasburgo, 17 marzo 2014 – Con ricorso interstatale introdotto il 13 marzo 2014 nei confronti della Russia ai sensi dell’articolo 33 della Convenzione (n. 20958/14), l’Ucraina ha chiesto alla C.E.D.U. di adottare le misure provvisorie previste dall’articolo 39 del Regolamento al fine di scongiurare che la Russia occupi i propri territori. La C.E.D.U. ha quindi … Continua a leggere

Riforma della Convenzione europea dei diritti dell’Uomo: Il Presidente della Corte europea dei diritti dell’Uomo, Jean-Paul Cost, è ottimista

Strasburgo, 29 gennaio 2010 – Durante l’annuale conferenza stampa, tenutasi ieri 28 gennaio, il Presidente della Corte europea dei diritti dell’Uomo Jean-Paul Costa ha elencato tre ragioni per essere ottimisti sul futuro di questo organismo internazionale: l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona che permette all’Unione europea di aderire alla Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo, … Continua a leggere

Il Protocollo 14 alla Convenzione europea dei diritti dell’Uomo è stato approvato dalla Russia, entrerà in vigore tra tre mesi

Strasburgo, 15 gennaio 2010 – La Duma ha approvato la ratifica del Protocollo 14 alla Convenzione europea dei diritti dell’Uomo. Il Protocollo entra quindi in vigore a breve e questo permetterà alla CEDU di risolvere il ritardo nel trattamento dei ricorsi pendenti. Il Segretario Generale del Consiglio d’Europa ha accolto con favore la notizia, auspicando … Continua a leggere