Nel caso Sharifi e altri, la Corte europea dei diritti dell’uomo condanna l’Italia e la Grecia, la prima per le espulsioni collettive indiscriminate nei confronti di migranti afgani, la seconda per aver loro impedito di accedere al procedimento per la richiesta di asilo

Strasburgo, 22 ottobre 2014 – Con sentenza del 21 ottobre 2014, la C.E.D.U. ha finalmente deciso il caso Sharifi e altri c. Italia e Grecia. Il ricorso, presentato ancora il 23 marzo 2009 era stato inizialmente comunicato ai Governi interessati da parte della C.E.D.U., il 23 giugno 2009, ma poi è rimasto a lungo in attesa … Continua a leggere

Nel caso Tarkhel c. Svizzera la Corte europea dei diritti dell’uomo si pronuncia in Grande Camera: il rigetto della domanda d’asilo e il rischio d’espulsione verso l’italia potrebbero essere in violazione dell’articolo 3, 8 e 13 della convenzione

Strasburgo, 12 febbraio 2014 – La Corte europea dei diritti dell’uomo ha tenuto oggi un’udienza di Grande Camera sul caso Tarakhel c. Svizzera. I ricorrenti sono una coppia di richiedenti asilo di origine afgana e i loro cinque figli. Dopo aver lasciato l’Iran, dove avevano vissuto per quindici anni, giunsero in Italia partendo dalle coste … Continua a leggere

I “casi Dublino” davanti alla CEDU

Strasburgo, 18 ottobre 2010 – Attualmente davanti alla CEDU sono pendenti più di 1.000 casi che riguardano respingimenti in applicazione del c.d. “Sistema Dublino”, la normativa comunitaria che regola il trattamento delle domande dei richiedenti asilo. Un caso di grande attualità è per esempio quello da me segnalato recentemente, il caso M.S.S. c. Belgio e … Continua a leggere

Il “Regolamento di Dublino” pregiudica i diritti dei rifugiati

Il “Regolamento di Dublino” pregiudica i diritti dei rifugiati.
Le procedure di asilo nei paesi europei presentano ancora forti carenze e devono essere migliorate e armonizzate. È in particolare indispensabile porre rimedio al cattivo funzionamento del cosiddetto ‘’Regolamento di Dublino’’ all’interno dell’Unione europea, ha dichiarato il Commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa

La CEDU esamina in Grande Camera un trasferimento dal Belgio verso la Grecia di un richiedente asilo, operato secondo il “Regolamento di Dublino II”

Il 1° settembre 2010 la CEDU ha tenuto un’udienza di Grande Camera per il caso M.S.S. c. Belgio e Grecia (ricorso n. 30696/09). Il caso riguarda la vicenda di un cittadino afgano che all’inizio del 2008 lascia Kabul per entrare nel territorio europeo, giungendo in Grecia dopo aver attraversato l’Iran e la Turchia.

Sono da sospendere i trasferimenti di richiedenti asilo verso la Grecia: il Commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa interviene davanti alla Corte di Strasburgo

Strasburgo, 1° settembre 2010 – “I richiedenti asilo, ivi comprese le persone trasferite ai sensi del ‘Regolamento di Dublino’, si trovano a far fronte in Grecia a condizioni di vita estremamente difficili”, ha affermato oggi il Commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa Hammarberg in un’udienza dinanzi alla Corte di Strasburgo sul ricorso riguardante … Continua a leggere