Diritti umani e identità di genere

Strasburgo, 13 ottobre 2009 – Uno degli aspetti fondamentali della vita è l’identità di genere. Con questo concetto si vuole descrivere il genere in cui una persona si identifica, cioè, se si percepisce uomo, donna, o in qualcosa di diverso da queste due polarità. Negli ultimi tempi le cronache italiane riferiscono di atti di violenza e di aggressioni perpetrate nei confronti di questa categoria di persone.

Per questo motivo ritengo utile segnalare un recente documento del luglio 2009, elaborato dal Commissario per i diritti dell’Uomo del Consiglio d’Europa [CommDH/IssuePaper(2009)2, in versione inglese e francese] che tratta l’argomento della protezione dei diritti umani per le persone non eterosessuali.

Il documento da una panoramica esaustiva del quadro giuridico internazionale e fa il punto su delicate questioni come la discriminazione, l’intolleranza e la violenza. Il documento si conclude con esempi di buona pratica e indica una serie di raccomandazioni rivolte agli Stati membri del Consiglio d’Europa, tra cui l’Italia.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: