Il segretario generale del Consiglio d’Europa Terry Davis interviene nella vicenda dei migranti deceduti al largo delle coste libiche

Strasburgo, 31 marzo 2009 – Il segretario generale del Consiglio d’Europa, riguardo al naufragio e alla morte di moltissime persone al largo delle coste libiche ha oggi dichiarato che “Il bilancio delle morti causate dalla disperazione aumenta. Oltre duecento dispersi, in seguito al capovolgimento nel Mar Mediterraneo di alcuni barconi con a bordo dei migranti, saranno aggiunti all’elenco delle migliaia di vittime sconosciute che muoiono quotidianamente nel tentativo di raggiungere i territori europei. Sono profondamente scosso dalla notizia di questa trappola mortale presente ai confini dell’Europa. È per questo motivo che invito i governi, a dispetto dell’attuale crisi economica, a continuare a creare nuove opportunità di lavoro presso i paesi di origine di tali migranti, consentendo così a questi ultimi di provvedere alle loro famiglie senza mettere a rischio le loro vite in un pericoloso viaggio verso l’Europa’’.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: